Il Ftse Mib segna +1%, il Ftse Italia All-Share +1%, il Ftse Italia Mid Cap +0,6%, il Ftse Italia Star +0,6%.
Molto bene Fiat (+3,6%) che approfitta delle indiscrezioni di stampa in base alle quali PSA Peugeot Citroen (+2,8%) avrebbe alzato il target sui tagli alla forza lavoro da 4mila a 8-10mila, con una riduzione dei posti di lavoro in Francia fino al 10%.
Denaro sui bancari con Unicredit (+3,3%) in evidenza seguita da Intesa Sanpaolo (+2,2%), BP Milano (+2%).
Iren (+3,8%) sale in netta controtendenza con il settore utility, oggi penalizzato di indiscrezioni in base alle quali il Governo starebbe pensando ad un blocco generalizzato delle tariffe. Iren approfitta invece dei rumor in base ai quali il cda del fondo F2i avrebbe deciso di puntare all'acquisizione della rete idrica di Parma e della rete in fibra ottica di Genova messi in vendita da Iren.
Pochi minuti dopo l'apertura di Wall Street l'S&P 500 segna -0,1%, il Nasdaq è in pareggio.

(SF)