Borse europee sotto la parità in avvio di seduta. Gli indici del Vecchio Continente segnano delle flessioni stamane e non si avvantaggiano dunque dell'attesa per le decisioni di domani sui tassi da parte della Bce e della Banca d'Inghilterra. Secondo diversi osservatori la Banca centrale europea potrebbe ridurre il costo del denaro nell'Eurozona sotto l'1%. In queste ore lo spread BTP/Bund si attesta a 411 punti base.

Il Dax 30 di Francoforte cede lo 0,24%, mentre il Cac 40 di Parigi perde lo 0,24 per cento. In ripiegamento anche il Ftse 100 di Londra (-0,17%), l'Ibex 35 di Madrid (-0,55%) e il Ftse Mib di Milano (-0,88%), che si pone in coda ai listini europei.

Nel paniere britannico il titolo Barclays segna un ribasso dello 0,51% dopo le dimissioni, ieri, del ceo Bob Diamond nell'ambito dello scandalo sulle manipolazioni del Libor.

Perde quota in Germania il gruppo energetico E.On che cede il 2,15%, nonostante il recente accordo raggiunto con Gazprom sui contratti di lungo termine per le forniture del gas.

A Parigi Axa cede lo 0,79%. La divisione Private Equity del colosso assicurativo francese ha annunciato l'intenzione di rilevare un portafoglio di 11 fondi di investimento di private equity del valore di circa 850 milioni di dollari dal fondo Omers. Axa Private Equity ha siglato un accordo per l'acquisizione di una quota del 45% in Arkadin, un gruppo specializzato nel settore delle web conference.

(GD)