Sogefi (gruppo Cir): con due nuovi impianti punta a quadruplicare i ricavi in India nei prossimi 5 anni.

Al via il nuovo stabilimento di componenti per sospensioni a Pune e il raddoppio della fabbrica di sistemi di filtrazione a Bangalore
L'obiettivo è raggiungere almeno il 5% dei ricavi totali del gruppo in India nei prossimi cinque anni rispetto all'1,2% del 2011. L'iniziativa rientra nella strategia di crescita di Sogefi nei mercati emergenti

Pune (India), Milano, 4 luglio 2012 ? Sogefi, società di componentistica auto del gruppo Cir, consolida la propria presenza in India con l'avvio di un nuovo stabilimento di componenti per sospensioni nell'area di Pune e con il raddoppio dell'impianto per la produzione di sistemi di filtrazione nella zona di Bangalore.
Il gruppo, in dettaglio, attraverso la controllata al 58% Allevard IAI (partecipata al 42% dal partner indiano Imperial Auto), ha inaugurato oggi una fabbrica da 12mila metri quadri a Chakan, nella regione di Pune, per la produzione di barre stabilizzatrici e barre di torsione ? due elementi essenziali delle sospensioni ?destinate ad auto e veicoli commerciali. All'evento erano presenti, tra gli altri, l'amministratore delegato del gruppo Cir e presidente di Sogefi Rodolfo De Benedetti, l'amministratore delegato di Sogefi Emanuele Bosio e il managing director di Allevard IAI, Aman Mehtani.
Il nuovo impianto servirà in una prima fase Tata, Mahindra, FIAT e Piaggio. Nel prossimo futuro, inoltre, si prevede l'avvio della produzione per servire gli impianti indiani e dell'area Asia?Pacifico di altri clienti globali di Sogefi come General Motors, Renault?Nissan e Ford. Contestualmente, nell'area di Bangalore, il gruppo ha raddoppiato la propria fabbrica di sistemi di filtrazione frutto della joint venture con il partner locale (al 40%) MNR.