Repubblica fa il punto sulle possibili soluzioni al problema dell'eccesso di capacità produttiva in Italia segnalato dall'a.d. Sergio Marchionne. Si va dall'accorpamento degli stabilimenti di Cassino e Pomigliano, la produzione di vetture per il mercati USA a marchio Chrysler, l'affitto degli impianti italiani alle case asiatiche, la ricerca di un partner con cui condividere la decisione di un taglio alla produzione.

(SF)