Il Ftse Mib segna -0,6%, il Ftse Italia All-Share -0,5%, il Ftse Italia Mid Cap -0,3%, il Ftse Italia Star -0,4%.
Borse europee in calo. Ieri sera l'S&P 500 ha chiuso a +0,51%, il Nasdaq a +0,87%. Al momento i future sui principali indici USA sono in leggera flessione. A Tokyo l'indice Nikkei 225 ha terminato a +0,88%, mentre a Hong Kong l'Hang Seng fa segnare -0,2%.
Prysmian (-2,6%) in flessione dopo i dati semestrali di ieri (ricavi invariati su base annua e utile a +15%) e nonostante il giudizio positivo di Goldman Sachs.
Perdono terreno i petroliferi con Saipem (-1,8%) ed Erg (-1,7%) in evidenza. In calo anche Tenaris (-0,9%) nonostante che Exane abbia migliorato la raccomandazione sul titolo a "buy", con target a 19 euro, ben al di sopra dei 16,40 circa attuali.
Lieve calo per Atlantia (-1,2%) dopo il progresso di ieri in scia a indiscrezioni su fusione con Gemina (+2,5%).
In positivo A2A (+3%) che prolunga il rally di ieri, seguita da Telecom Italia (+1,5%) e Intesa Sanpaolo (+1,1%).
L'agenda macroeconomica odierna prevede nel Regno Unito alle 11:30 l'Inflation Report della BoE, alle 12:00 la produzione industriale in Germania, negli USA alle 14:30 costo e produttività del lavoro, alle 16:30 le USA Scorte settimanali di petrolio e derivati.

(SF)