Fiat si conferma debole dopo la notizia del contenzioso con Veba sul prezzo d'esercizio dell'opzione sul 3,3% di Chrysler. Si fa quindi meno scontato il passaggio della quota al Lingotto e la conseguente salita al 61,8% nel capitale di Chrysler.

(SF)