Parte da Monza la collaborazione tra Telecom Italia e Fastweb per lo sviluppo delle rispettive reti in fibra ottica di nuova generazione (NGAN) basate sull'architettura FTTCab (Fiber to the cabinet). L'annuncio è stato dato oggi alla presenza di Roberto Scanagatti, Sindaco di Monza, Carlo Abbà Assessore alle Attività Produttive, Gianni Moretto, Responsabile Open Access Nord Ovest di Telecom Italia e di Mario Mella, Chief Technology Officer di Fastweb.

L'iniziativa si inserisce nell'accordo recentemente siglato dalle due aziende che, partendo dai rispettivi piani di sviluppo nazionale sulla rete NGAN, prevede di individuare nelle aree di comune interesse tutte le opportunità di ottimizzazione dei costi e degli investimenti, attraverso la condivisione delle infrastrutture passive e il coordinamento delle attività di realizzazione, in modo di accelerare il roll out della fibra ottica. Tale accordo si basa sulla comune convinzione che le piattaforme di rete per la connessione in fibra degli armadi stradali e l'elettronica di nuova generazione garantiranno anche in Italia, come sta avvenendo in quasi tutti gli altri Paesi europei, una veloce diffusione di servizi ultrabroadband su scala nazionale, in linea con gli obiettivi indicati nell'Agenda Digitale europea.

Per realizzare nella città di Monza la rete ultrabroadband, Telecom Italia e Fastweb poseranno circa 230 Km di fibra ottica che serviranno a collegare oltre 300 armadi stradali dotati di elettronica di nuova generazione, raggiungendo in questo modo circa 110 mila cittadini e circa 10 mila utenze business. La fibra verrà posata per la maggior parte nei cavidotti già esistenti, verranno realizzati solo 12 km di nuovi scavi. A partire dai primi mesi del prossimo anno, i cittadini di Monza potranno cominciare a usufruire di connessioni ultrabroadband, che rendono molto più performanti gli attuali servizi e abilitano nuove generazioni di applicazioni come i servizi di cloud computing per le imprese e servizi per la realizzazione del modello di città intelligente per le amministrazioni locali.