Il 21 e 22 marzo 61 società quotate sul segmento STAR sono protagoniste della STAR Conference, l'evento annuale dedicato all'incontro con gli investitori provenienti da tutto il mondo.

Sono stati richiesti oltre 2400 meeting, con una media di 40 incontri per società, numero più alto di sempre.

Sono presenti alla Conference 285 investitori in rappresentanza di 177 case d'investimento di cui 37% domestiche e 63% estere (Italia 37%, Francia 13%, Svizzera 12%, UK 12%, Germania 9%, Paesi Nordici 6%, USA 5%, altro 6%).

Il segmento STAR

Il segmento STAR comprende oggi 70 società quotate con una capitalizzazione complessiva pari a 37,4 miliardi di euro (dato aggiornato a febbraio 2017). Si conferma l'importante presenza degli investitori internazionali all'interno del capitale delle STAR: il 90% degli investitori istituzionali sono infatti esteri.

Il segmento STAR ha registrato performance molto positive: dalla sua costituzione nel 2002 l'indice ad esso dedicato, il FTSE Italia STAR, ha segnato un +220% (dato aggiornato al 17 marzo 2017).

Anche l'ultimo anno è stato positivo per le società del segmento: l'indice FTSE Italia STAR da inizio 2016 al 15 marzo 2017 registra una performance positiva del +22%, mentre segna +13% da inizio 2017.

Barbara Lunghi, Responsabile Primary Markets di Borsa Italiana, commenta:

"Questa edizione record della STAR Conference ci conferma la crescita costante dell'interesse nei confronti delle società STAR da parte degli investitori a livello globale. Uno dei principali obiettivi di Borsa Italiana è quello di facilitare l'incontro tra società e investitori e per farlo riteniamo fondamentale creare iniziative di sistema coinvolgendo la comunità finanziaria e le istituzioni per consolidare le relazioni esistenti e attrarre nuovi pool di liquidità, anche in vista dello sviluppo dei Piani Individuali di Risparmio (PIR)".