Petrolio: chiusura in rialzo venerdì scorso per le quotazioni dell'oro nero che sono saliti dell'1,5% a 60,07 dollari.

Wall Street: conclusione poco mossa venerdì scorso per la piazza azionaria americana, con il Dow Jones e l'S&P500 in frazionale rialzo dello 0,01% entrambi, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 8.734,88 punti, in progresso dello 0,2%.

Dati Macro ed Eventi Usa: si segnala l'indice New York Empire State Manufacturing che a dicembre dovrebbe salire da 2,9 a 4 punti.

Per il dato preliminare dell'indice PMI manifatturiero si prevede un calo da 52,6 a 52,5 punti, mentre l'indice PMI servizi dovrebbe salire da 51,6 a 51,8 punti.
In agenda anche l'indice Nahb che a dicembre dovrebbe rimanere invariato a 70 punti.

Dati Macro ed Eventi Europa: sarà reso noto il dato preliminare dell'indice PMI composito che a dicembre dovrebbe dovrebbe salire da 50,6 a 511 punti, mentre l'indice PMI manifatturiero è visto in aumento da 46,9 a 47,1 punti e l'indice PMI servizi da 51,9 a 52 punti.

In Francia l'indice PMI manifatturiero di dicembre dovrebbe scendere da 51,7 a 51,4 punti, mentre l'indice PMI servizi è visto in calo da 52,2 a 51,8 punti.

In Germania l'indice PMI manifatturiero è atteso in salita da 44,1 a 44,5 punti, mentre l'indice PMI servizi dovrebbe aumentare da 51,7 a 52 punti.

In Italia sarà reso noto il dato finale dell'inflazione armonizzata che a novembre dovrebbe calare dello 0,2% rispetto al ribasso dello 0,1% della lettura preliminare e in confronto al rialzo dello 0,2% di ottobre.

Dividendi a Piazza Affari: si segnala lo stacco del dividendo trimestrale di STM nella misura di 0,06 dollari per azione.