Petrolio: chiusura in netto calo ieri per le quotazioni dell'oro nero che hanno ceduto il 2,1% a 58,11 dollari.

Wall Street: conclusione contrastata ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l'S&P500 sono saliti rispettivamente dello 0,13% e dello 0,03%, mentre il Nasdaq Composite è sceso dello 0,11% a 8.177,39 punti.

Dati Macro ed Eventi Usa: si conosceranno le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 204mila a 213mila unità.

Per le partite correnti del secondo trimestre si prevede un deficit di 125,7 miliardi di dollari, in miglioramento rispetto ai 130,4 miliardi dei primi tre mesi dell'anno.

Per l'indice Philadelphia Fed di settembre di prevede un calo da 16,8 a 12 punti, mentre il Superindice ad agosto dovrebbe mostrare un rialzo dello 0,1%, in frenata rispetto allo 0,5% di luglio. 
Per le vendite di case esistenti a luglio si stima un lieve calo da 5,42 a 5,4 milioni di unità.

Dati Macro ed Eventi Usa: si segnala solo la riunione della Bank of England che dovrebbe lasciare invariati i tassi di interesse allo 0,75%.

Da seguire in Francia l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2023, 2025 e 2026, per un ammontare compreso tra 7,5 e 9 miliardi di euro.
In Spagna saranno collocati i titoli con scadenza nel 2021, 2029, 2032 e 2035 per un importo tra 3,5 e 4,5 miliardi di euro.

Risultati societari a Piazza Affari: si conosceranno i risultati dell'esercizio 2018-2019 di Mediobanca, mentre FullSix, OVS e S.S. Lazio presenteranno i numeri del primo semestre.

ENI: oggi si riunisce il Cda per deliberare in merito all'acconto del dividendo relativo all'esercizio 2019.