Petrolio: la settimana è partita in rialzo per le quotazioni dell'oro nero che sono salite dello 0,9% a 58,64 dollari.

Wall Street: chiusura poco mossa e contrastata ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones è salito dello 0,06%, mentre l'S&P500 è sceso dello 0,01% e il Nasdaq Composite si è fermato a 8.112,46 punti, in calo dello 0,06%.

Dati Macro ed Eventi Usa: oltre all'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene americane, si segnala l'indice S&P Case-Shiller che a luglio dovrebbe mostrare un rialzo del 2,2% su base annua rispetto al 2,1% precedente. 
Per l'indice relativo alla fiducia dei consumatori a settembre si prevede un calo da 135,1 a 133 punti.

Risultati trimestrali Usa: prima dell'apertura di Wall Street si guarderà ai risultati del secondo trimestre dell'esercizio in corso di BlackBerry, con un eps atteso a 0,01 dollari, mentre a mercati chiusi saranno diffusi i conti del primo trimestre di Nike per i quali si prevede un utile per azione di 0,7 dollari.

Dati Macro ed Eventi Europa: si guarderà alla Germania dove è atteso l'indice IFO che a settembre dovrebbe salire da 94,3 a 94,6 punti.

In Francia si conoscerà l'indice di fiducia delle imprese manifatturiere che a settembre dovrebbe rimanere invariato a 102 punti.

In Germania da seguire l'asta dei titoli di Stato con scadenza a due anni per un ammontare massimo di 4 miliardi di euro.

Risultati societari a Piazza Affari: oggi saranno diffusi i risultati del primo semestre di Conafi e quelli dell'intero 2018 di TerniEnergia.