Ftse Mib, il rientro dopo le feste non sblocca il quadro grafico. Il Ftse Mib ha tentato martedi' con i massimi di quota 17831 punti di mettere sotto pressione quelli del 7 aprile, a 17887 punti, allineati con quelli del 25 marzo a 17830, ma ne e' stato respinto e ha terminato la seduta a 17558 punti, con un calo dello 0,36%. La resistenza di area 17830 rappresenta il lato alto della fascia laterale disegnata dal 25 marzo, fascia con limite inferiore a 16300 circa. L'ampiezza della fascia, 1500 punti circa, fornisce una idea del potenziale di movimenti alla rottura di uno dei suoi estremi: se l'indice riuscira' a scavalcare (meglio se con una conferma in chiusura di seduta) area 17830 diverra' probabile il proseguimento del rialzo almeno fino a 19300 circa. Sotto 17175 invece le oscillazioni delle ultime tre sedute si dimostrerebbero un "doppio massimo", figura ribassista con target sulla base della fascia citata, in area 16300. La violazione del limite inferiore di questo trading range sarebbe un segnale di grave debolezza, rischio in quel caso di ritorno in area 15000 almeno.

(AM)