Future Ftse Mib in calo ieri dello 0,48%. Il Ftse Mib future ha testato a piu' riprese il supporto di area 20950 (close a 20960, minimo intraday a 20930) dove transita la base del canale crescente che contiene il rialzo dai minimi di fine maggio. Sotto questa trend line aumenterebbe il timore che il movimento partito da meta' aprile sia una correzione complessa ancora in corso, alla quale manca ancora tutto un elemento ribassista per completarsi. Il rischio in quel caso sarebbe non solo di movimenti in area 20500, primo supporto rilevante, o a 21080, base del gap visibile sul grafico intraday lasciato dai prezzi il 7 giugno, ma anche di un ritorno sui minimi di fine maggio a 19530 circa. Sotto quei livelli poi le oscillazioni disegnate dai massimi di aprile potrebbero risultare un "doppio massimo", figura ribassista di ampio respiro (della quale comunque per adesso e' prematuro parlare). La tenuta di area 20950 e la rottura di 21160, massimo del "martello invertito" di ieri, permetterebbe invece un nuovo test della resistenza critica dei 21500/50 punti, dove si trova il 78,6% di ritracciamento del ribasso dai massimi di aprile. Oltre quei livelli il future invierebbe segnali convincenti che il rialzo delle ultime settimane non e' stato solo un episodio correttivo, per quanto esteso, e che il mercato ha intenzione di tornare almeno a vedere i massimi settembre 2018 a 21625. Ostacolo successivo a 21750, 61,8% di ritracciamento del ribasso dal top di maggio 2018.

(AM - www.ftaonline.com)