Future Ftse Mib, rialzo esteso ma la prima resistenza non viene superata. Il future Ftse Mib e' salito ieri del 7,27% per terminare a 16350 punti. I massimi di seduta, a 16950 (massimo questa mattina a 16795), sono di poco superiori al 23,6% di ritracciamento del ribasso dai massimi di febbraio, importante riferimento ricavato dalla successione di Fibonacci. Solo una chiusura di seduta oltre quei livelli aprirebbe la strada al test del gradino successivo della scala dei ritracciamenti, quello del 50%, a 18400 punti circa. Resistenza intermedia a 17705, top del 13 marzo. C'e un elemento che permette di sperare di essere in presenza della costruzione di una fase di accumulo, ovvero di un rimbalzo potenzialmente esteso: i prezzi si sono lasciati alle spalle durante la discesa dai massimi di febbraio numerosi gap, ma ce ne sono tre molto evidenti, uno il 24 febbraio all'inizio della accelerazione ribassista, uno il 9 marzo nella parte centrale di quella che fino ad ora e' stata l'intera discesa, e' uno il 16 marzo, in corrispondenza della formazione del primo minimo del doppio minimo. La teoria dei "tre gap" e' una delle piu' conosciute ed affidabili in analisi tecnica: dopo la comparsa di tre salti da parte dei prezzi con le caratteristiche descritte sopra (breakaway gap all'inizio di un movimento, possibilmente dopo una fase laterale, measuring gap nella parte centrale ed exhaustion gap al termine del movimento) il trend puo' considerarsi esaurito e si puo' disegnare una reazione correttiva. Dove potrebbe arrivare il rimbalzo ce lo dicono i gia' citati ritracciamenti di Fibonacci calcolati per il ribasso dal top di febbraio: quello del 38,2% e' a 18400 punti, quello del 50% e' a 19750 (porzione centrale del gap del 9 marzo, o "measuring gap"), quello del 61,8% e' a 21150 punti. Sotto area 15900 rischio di ripiegamenti verso 15260, base del gap rialzista del 24 marzo, poi fino a 14850, limite inferiore del canale crescente disegnato sul grafico intraday dai minimi del 16 marzo. La violazione della base del canale farebbe temere la ripresa del trend ribassista con obiettivi anche al di sotto dei minimi del 16 marzo a 14045 punti.

(AM - www.ftaonline.com)