Il Consiglio di Amministrazione di GEL (GEL:IM), società italiana attiva nel settore del water treatment e PMI Innovativa quotata sul mercato AIM Italia, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., comunica che il Consiglio di Amministrazione ha approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2020, sottoposta a revisione contabile limitata.

Principali Risultati Economico Finanziari:
- Ricavi: Euro 7,0 milioni circa, (1H2019: Euro 8,2 milioni)
- EBITDA: Euro 0,9 milioni con EBITDA margin del 13,2% (1H2019: Euro 0,8 milioni, +9,5%)
- PFN Adjusted: Euro 6,5 milioni (FY2019: Euro 5,7 milioni)
- PN: Euro 8,4 milioni (FY2019: Euro 8,3 milioni)

Approvate le nuove linee guida strategiche e il Piano Industriale 2020B-2022E: la nuova strategia permetterà alla divisione domestica di ritornare ai volumi di vendita del 2019 già a partire dal 2021 grazie alla nuova linea di prodotti igienizzanti sviluppata nel corso del 2020 e ai benefici che deriveranno dalla completa implementazione del software "Progetto Acqua". Le persistenti difficoltà della divisione industriale verranno affrontate con una riorganizzazione delle attività volte a focalizzarsi su impianti di piccola e media taglia sinergici con l'attività della divisione domestica. L'obiettivo è quello di accelerare la crescita e la redditività tramite la riorganizzazione aziendale e lo sviluppo di nuovi canali di vendita e nuovi mercati esteri. Ricavi al 2022E per circa Euro 15,3 milioni ed Ebitda Margin di circa il 17,1%.

Aroldo Berto, Amministratore Delegato di GEL:
"Il primo semestre del 2020 è stato caratterizzato dall'emergenza sanitaria legata alla diffusione del COVID-19, che ha rimesso in discussione la programmazione aziendale nel breve e nel medio periodo. Nonostante le misure sanitarie abbiano creato una forte incertezza nel mercato italiano e internazionale, abbiamo messo in campo tutte le iniziative necessarie a sostenere la liquidità e la forte patrimonializzazione aziendale e a difenderne la redditività prestando attenzione a non compromettere la capacità della società di tornare a crescere non appena le condizioni di mercato lo permetteranno. Abbiamo anche deciso, per tenere conto degli eventi legati al COVID-19, di rivedere il piano strategico aziendale aggiornando le stime e gli obiettivi fino al 2022."

(RV - www.ftaonline.com)