Un peso strategico e poi da attribuire ad altri soci con quote ancora più risicate nel Colosso triestino. *Ferak *veicolo della famiglia Amenduni di Palladio Finanziaria e finanziaria internazionale di Veneto Banca e della famiglia Zoppas controlla una quota del 1,2% e ha deliberato di recente di estendere fino al 31 dicembre 2026 la propria partecipazione confermando la propria fiducia nel gruppo.
Si ricorda poi la quota del gruppo *De Agostini *del 1,71% e quella della *Edizione *dei Benetton dello 0,94%.

Un panorama variegato insomma, ma popolato di nomi di primo piano della finanza italiana che potrebbero contrapporsi all'ipotesi che circola ormai da anni (ma che si è rafforzata di recente) di una possibile fusione di Axa con Generali: un'alleanza francese che, dato il peso delle due compagnie, necessariamente dovrebbe essere interpretata come una conquista.

(GD)