Il Consiglio di Amministrazione di Gequity *si è riunito in data 9 gennaio 2019 per esaminare la proposta - irrevocabile e valida fino al 30 giugno 2019 - ricevuta lo scorso 7 gennaio da HRD Italia*, già azionista di riferimento di Gequity e parte correlata, avente ad oggetto il conferimento di alcune partecipazioni dalla stessa possedute ("Proposta").

In particolare, la Proposta riguarda le quote rappresentanti l'intero capitale sociale di: (i) HRD Net S.r.l., (ii) HRD Business Training S.r.l. e (iii) RR Brand S.r.l., operanti nell'ambito della formazione personale ("Partecipazioni"). Tale Proposta si inserisce nel progetto anticipato da HRD Italia S.r.l. in qualità di offerente in occasione dell'Offerta Pubblica di Acquisto Obbligatoria conclusasi in data 22 dicembre 2017, come descritto alla Sezione G del relativo Documento d'Offerta "Motivazioni dell'Operazione e programmi elaborati in relazione all'Emittente".

L'operazione, laddove fosse approvata e conseguentemente accettata da parte di Gequity, avrebbe per la stessa una significativa valenza industriale e, in particolare, perseguirebbe l'obiettivo di rilanciare la Società nel private equity e di estendere l'attività nel settore della formazione e della crescita personale, e al contempo rafforzarla sotto il profilo patrimoniale e finanziario.

Il valore complessivo attribuito alle Partecipazioni è stato stimato da HRD Italia S.r.l. attraverso relazioni giurate redatte da un esperto all'uopo incaricato, per un importo non inferiore a € 15.825.000 e verrebbe regolato attraverso un aumento di capitale di Gequity, riservato ad HRD Italia S.r.l., con esclusione quindi del diritto di opzione.

Si specifica che l'operazione si qualifica, ai sensi del Regolamento Consob n. 17221/2010, come operazione con parti correlate (dal momento che HRD Italia S.r.l. è azionista di controllo di Gequity S.p.A. con una quota pari al 50,857% del capitale sociale) e di maggiore rilevanza con riferimento al superamento della soglia del 5% rispetto ai tre indici di rilevanza del controvalore, dell'attivo e delle passività, previsti dall'Allegato 3 al regolamento Consob n. 17221/2010 medesimo.