Garofalo Health Care ("GHC"), quotata sul segmento MTA di Borsa Italiana e tra i principali operatori del settore della sanità privata accreditata, facendo seguito a quanto comunicato in data 18 marzo 2019, con riferimento alla società controllata Villa Von Siebenthal, comunica che in data 17 aprile 2019 è stata sottoscritta la scrittura privata contenente l'integrazione dell'accordo in essere con la Regione Lazio e la ASL Roma 6.

Il precedente accordo, sottoscritto in data 26 maggio 2017, ha reso possibile l'accreditamento definitivo della struttura, con l'inclusione di un nuovo modulo di 20 posti letto per la cura di pazienti adolescenti affetti da gravi disturbi psichiatrici.

L'accordo, perfezionato in data 17 aprile 2019, integra il budget 2018 recependo l'adeguamento incrementale delle tariffe relative al modulo per adolescenti; adeguamento esteso altresì all'attività erogata a partire dal 1° gennaio 2017 a chiusura delle controversi e pendenti.

Gli effetti di tale integrazione, in conformità ai principi contabili internazionali, si rifletteranno nel bilancio 2018 del Gruppo GHC, che sarà portato all'approvazione del Consiglio di Amministrazione nella giornata di domani, evidenziando un incremento dell'Operating EBITDA Adjusted consolidato di ca. il 2%,rispetto a quello comunicato al mercato in data 27 febbraio 2019.
L'integrazione produrrà,inoltre, ulteriori effetti positivi che verranno definiti da parte degli organi competenti nei prossimi mesi, a valere sull'esercizio che si concluderà il 31 dicembre 2019 e che saranno comunicati al mercato secondo le disposizioni di legge.

Claudia Garofalo, CEOdella Controllata,ha commentato: "Sono molto soddisfatta per la sottoscrizione di questo accordo, che è il risultato di un percorso impegnativo che abbiamo affrontato negli ultimi due anni e che porta Villa Von Siebenthal ad allinearsi, in termini di marginalità, anche per il futuro e in maniera ordinaria e ricorrente, alle performance delle altre realtà del Gruppo GHC".