Giglio Group (+14,2%) scatta in avanti grazie alle parole del presidente e a.d. (nonchè fondatore e primo azionista con il 55,7%) Alessandro Giglio a margine dell'evento "Rivelazioni, Finance for Fine Arts", organizzato da Borsa italiana. Il manager ha dichiarato che i risultati 2018 saranno leggermente migliori rispetto ai target del piano industriale e che entro gennaio potrebbe essere chiusa una cessione (con plusvalenza) di asset legati ai media tradizionali non più sinergici con l'attività di e-commerce 4.0 sulla piattaforma Ibox: Giglio Group dispone attualmente 80 marketplace in tutto il mondo e punta a raggiungere i 200 entro il 2020 (prossimo obiettivo: la Cina). Alessandro Giglio ha puntualizzato che il forte ribasso subito dal titolo Giglio Group negli ultimi mesi è stato determinato dalla combinazione sfavorevole data da dimensioni limitate della società e uscita degli investitori esteri dal mercato italiano.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)