Gismondi 1754 (AIM ticker GIS), storica Società genovese che produce gioielli di altissima gamma, annuncia che dal 4 maggio è ripresa la produzione delle proprie collezioni e gioielli tailor made, che si era dovuta interrompere in ottemperanza al decreto "Cura Italia" del Governo. I maestri orafi valenzani, a cui Gismondi 1754 affida la fusione e la lavorazione di metalli preziosi con la cura che li contraddistingue, sono tornati all'opera per i nuovi prodotti ideati, disegnati e creati da Massimo Gismondi. Per far fronte alla chiusura dei negozi e dei retailer, che continuerà fino a nuove disposizioni governative, Gismondi 1754 aveva da subito deciso di puntare convintamente su un piano di distribuzione dei propri prodotti sulle piattaforme online a livello globale. All'interno di questa strategia, la Società comunica di aver siglato un accordo con Moda Operandi, uno dei principali marketplace internazionali di vendite online di accessori di lusso, per la vendita di alcune delle collezioni di gioielli a partire dalla fine mese di maggio. La distribuzione dei prodotti attraverso le piattaforme e-commerce rappresenterà uno dei driver della politica commerciale della Società che, oltre a Moda Operandi, sta definendo ulteriori accordi con altrettanti primari marketplace internazionali. Così come è ormai pronta l'infrastruttura digitale che consentirà ai clienti di Gismondi 1754 di poter acquistare i gioielli direttamente dall'online store della Società: dal prossimo 8 maggio sarà operativa la piattaforma di e-commerce collegata al sito di Gismondi 1754 e, dalla metà del mese di maggio, la stessa sarà raggiungibile anche dai canali social Instagram e Facebook. Dando attuazione al contingency plan predisposto dal management team, è stato anche reso operativo il Consignement (conto visione) di pezzi High Jewelery ai propri concessionari nel Middle-East (2), in Russia (1) e a Cipro (1), per supportare gli stessi nelle vendite di prodotto Gismondi 1754 in quelle aree. Massimo Gismondi, CEO di Gismondi 1754 e creatore di tutte le collezioni, commenta: "Abbiamo messo in atto da subito un piano operativo che consentisse di valorizzare l'unica attività che ci era consentita da metà marzo ad oggi, ovvero le vendite. In linea con quanto comunicato, stiamo di fatto andando online con il nostro canale e-commerce in tempi molto rapidi, così come sta prendendo forma la nostra attività di distribuzione dei prodotti a livello digitale, canale che, già dalle prime battute, sono convinto ci potrà riservare riscontri molto positivi".

(RV - www.ftaonline.com)