Hertz Global Holdings, che aveva fatto richiesta d'ingresso in Chapter 11 lo scorso 22 maggio, vuole vendere azioni per 1 miliardo di dollari per approfittare del recente rally a Wall Street: dai minimi di 56 centesimi segnati il 26 maggio, il titolo ha toccato un picco di 5,53 dollari l'8 giugno. Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, gli avvocati del maggiore gruppo Usa di noleggio auto (in termini di vendite) hanno dichiarato al giudice fallimentare che l'apprezzamento del titolo "presenta un'opportunità unica". Hertz per altro proprio il 26 maggio aveva ricevuto una notifica di delisting dal New York Stock Exchange ma ha fatto ricorso in appello (il titolo continuerà a scambiare regolarmente al Nyse fino a quando non verrà risolto l'appello). Hertz, dopo avere chiuso con un crollo del 18,25% giovedì a Wall Street (a 2,06 dollari di valore), ha toccato un rally superiore all'8% in after market.

(RR - www.ftaonline.com)