Ventitreesimo mese consecutivo sotto la soglia di 50 punti che separa contrazione da espansione per il manifatturiero di Hong Kong, dopo una striscia di sette mesi di fila in progresso. L'indice Pmi stilato da Markit/Nikkei è oltre tutto crollato in febbraio a 33,1 punti dai 46,8 punti di gennaio (42,1 punti in dicembre). Il dato si attesta sui minimi assoluti da quando nel 1998 si è iniziato a elaborata la statistica.

(RR - www.ftaonline.com)