Ventiduesimo mese consecutivo sotto la soglia di 50 punti che separa contrazione da espansione per il manifatturiero di Hong Kong, dopo una striscia di sette mesi di fila in progresso. L'indice Pmi stilato da Markit/Nikkei è però cresciuto in gennaio a 46,8 punti dai 42,1 punti di dicembre (38,5 punti in novembre, quando si era attestato sui minimi dall'aprile 2013), contro l'incremento a 45,2 punti atteso dagli economisti.

(RR - www.ftaonline.com)