Prosegue il recupero dell'indice settoriale del comparto alimentare domestico. I prezzi hanno oltrepassato, a 88.500 circa, il 61,8% di ritracciamento del ribasso scaturito dai top di febbraio, portandosi a contatto con la resistenza in area 88.000. Il superamento, avvenuto sempre nel corso dell'ultima settimana, sia della media mobile a 100 che di quella a 200 sedute rappresenta un ulteriore segnale positivo per l'indice che a questo punto sembra essersi preparato meticolosamente per sferrare l'attacco risolutivo alla suddetto resistenza di quota 88.000 e procedere così verso la copertura del gap down lasciato aperto il 24 febbraio in area 95.700. Quota 88.000 rappresenta dunque un importante banco di prova nell'immediato ed il suo superamento permetterebbe di accantonare i dubbi emersi nelle ultime settimane, quando i prezzi sembravano aver perso parte della spinta che ne ha permesso il recupero dai bottom di marzo. Il mancato superamento di area 88.000 e la successiva flessione sotto 82.250, invece, fiaccherebbero la corsa dell'indice, prospettando una correzione più marcata del suddetto rialzo con target successivi ipotizzabili a 76.000 e 72.500 circa.

(AC - www.ftaonline.com)