Il Dow Jones tenta una reazione ma rimane molto lontano dalle resistenze. Continuano ad uscire dati "misti", ovvero che si possono prestare ad una doppia lettura da parte del mercato, alcuni positivi altri, come quello odierno dell'indice della Fed di Dallas, negativi. In particolare l'indice della Fed di Dallas ha deluso sia rispetto al precedente sia rispetto alle attese (8,3 il dato di marzo dal 13,1 di febbraio e a fronti di attese di 8,9). Il Dow aveva violato venerdi' con un gap ribassista la base del canale crescente disegnato dai minimi di fine dicembre, ora resistenza a 25925 punti coincidente con il alto alto del gap citato. Un eventuale rimbalzo dovrebbe superare quei livelli per dimostrarsi qualche cosa di piu' di un semplice "return move" a testare dal basso l'ex linea di supporto. Nel breve prima resistenza a 25770, media mobile esponenziale a 200 ore. Sotto 25350 invece il ribasso riprenderebbe, sostegno inizialmente a 25200, minimo dell'11 marzo e primo dei ritracciamenti di Fibonacci (il 23,6%) calcolati per il rialzo dai minimi di fine dicembre, poi a 24500 punti circa.

(AM - www.ftaonline.com)