Il future Ftse Mib accelera al rialzo dopo rottura di resistenza. Il Ftse Mib future ha superato in area 19500 il lato alto del canale ribassista disegnato sul grafico intraday dal picco del 21 luglio e si e' poi spinto fino a quota 19640 punti, lasciandosi alle spalle il massimo del 31 luglio a 19520 punti e riportandosi al di sopra delle medie mobili esponenziali a 50 e a 100 giorni, passanti a 19450 punti circa. La reazione intrapresa dal minimo del 31 luglio a 18910 punti dovra' pero' ora confrontarsi con un'altra resistenza importante, la trend line rialzista disegnata dal minimo di marzo che e' stata violata al ribasso il 30 luglio e che ora transita in area 19850/60. Molto spesso dopo il superamento di un livello tecnicamente rilevante i prezzi operano un "return move", ovvero tornano a testare lo stesso elemento ma con funzione opposta, la linea di supporto ad esempio diventa una resistenza. Il "return move" e' visto come una seconda possibilita' per chi ha perso la prima occasione di entrare in posizione: alla violazione di una trend line come quella che sale dai minimi di marzo viene inviato un segnale di vendita che viene poi replicato nel caso di un rimbalzo che riporti i prezzi in prossimita' della linea (che ovviamente nel frattempo ha cambiato valore dal momento che una una inclinazione positiva). Se il rimbalzo non riesce a superare la resistenza spesso si sviluppa un nuovo movimento in direzione del segnale originario ancora piu' deciso del primo. Sotto area 19330 i prezzi potrebbero scendere a testare il minimo di lunedi' a 18930 e poi spostarsi fino a 18270, minimo del 15 giugno. Solo movimenti al di sopra dei 19860 punti allontanerebbero il rischio di essere in presenza di un semplice "return move" e aprirebbero invece la strada al raggiungimento dei 20000 punti almeno. Resistenza successiva a 20235, massimo del 24 luglio.

(AM - www.ftaonline.com)