Piazza Affari positiva grazie a utilities e banche. L'indice Ftse Mib guadagna lo 0,52%, il Ftse Italia All Share lo 0,50% mentre il Ftse Italia Star guadagna lo 0,51%.

*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 10 luglio:

Telecom Italia*

Telecom Italia resta in pressing sui supporti a 0,7925 base del gap del 24 aprile, minacciando nuove discese. I corsi dovranno pertanto risalire fin sopra la media mobile a 50 giorni, a 0,844, per inviare un convincente segnale di ripresa per target successivi a 0,87 e 0,91 euro. Sotto 0,7925 via libera verso 0,7625, minimo del 19 aprile, e 0,7205, gap del 7 dicembre scorso.
-Target: 0,87 euro
-Negazione: 0,7925 euro
-RSI (14): neutrale

YNAP

Brusco dietro front per YNAP in avvio di ottava. Il titolo ha fallito il confronto con la linea ribassista disegnata dal top di gennaio, a 26,20, una resistenza determinante oltre la quale la reazione partita a fine giugno da area 23 euro potrebbe ritrovare vigore per obiettivi a 27 circa e sui massimi di gennaio a 28,55 euro. Sotto 24,50 invece rischio di ritorno sul supporto critico di area 23 euro.
-Target: 27 euro
-Negazione: 24,50 euro
-RSI (14): neutrale

Esprinet

Ben comprata Esprinet in avvio di ottava, ma non basta per riportare il titolo su un percorso di crescita. A tale scopo sarà necessaria una stabilizzazione oltre 6,70, circostanza che metterebbe i prezzi nelle condizioni di tentare la ricopertura del gap lasciato aperto a maggio a quota 7,34. Il mancato superamento di 6,70 e la successiva violazione dei minimi di venerdì a 6,25 prospetterebbero invece un nuovo affondo verso i minimi di giugno a 5,82.
-Target: 7,34 euro
-Negazione: 6,25 euro
-RSI (14): neutrale

I.M.A.