Piazza Affari in verde in attesa di nuove indicazioni sui tassi da parte del presidente della Fed, in colloquio oggi davanti al Congresso Usa. Il Ftse mib guadagna lo 0,63%, il Ftse Italia All Share lo 0,61% e il Ftse Italia Star lo 0,30%.

*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 10 luglio:

Giglio Group*

Giglio ha inviato un segnale di forza con il superamento a circa 3 euro della trend line tracciata dai massimi del 2017. Sviluppi positivi nel medio termine giungerebbero però solo al di sopra di 4/4,08 euro, massimi toccati nei primi mesi del 2019. Oltre questo livello il titolo invierebbe segnali convincenti di ripresa per target a 4,70 e 5 euro circa. Discese sotto 3,15/3,17 comprometterebbero invece le aspettative di crescita mettendo in discussione i recenti progressi con possibile ritorno in area 2.
-Target: 4,70 euro
-Negazione: 3,17 euro
-RSI (14): neutrale

Aeffe

Aeffe il tentativo di rimbalzo non modifica lo scenario di debolezza. Il titolo dovrà infatti tornare stabilmente sopra area 2, minimi allineati di febbraio e marzo 2018, per dimostrare le proprie intenzioni di crescita e tentare di recuperare il sostegno di area 2,15/2,20. La violazione definitiva di 1,70 euro comporterebbe invece un ulteriore avvitamento al ribasso verso 1,60 euro.

-Target: 2,20 euro
-Negazione: 1,70 euro
-RSI (14): neutrale

Saipem

Saipem si muove tra due fuochi: una base definita da un fascio di medie mobili a 50, 100 e 200 giorni, a 4,25/4,30, e un ostacolo a 4,50 circa, 61,8% di retracement della discesa subita tra aprile e maggio. Segnali di forza giungerebbero oltre questa soglia per obiettivi a 4,80 circa della linea che scende dal top di ottobre.

-Target: 4,80 euro