Piazza Affari in deciso recupero in attesa del secondo giro di consultazioni al Colle. Il Ftse mib guadagna l'1,48%, il Ftse Italia All Share l'1,37% e il Ftse Italia Star lo 0,4%.

*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 27 agosto:

Trevi Finanziaria Ind*

Nuovo scatto in avanti per Trevi Finanziaria Ind che accelera fino a quota 0,3090 dopo la rottura dei massimi di luglio a 0,28 circa. Lo sconfinamento in zona di ipercomprato da parte degli oscillatori grafici più comuni potrebbe frenare le ambizioni di crescita e favorire una pausa correttiva prima che il titolo possa raggiungere il target successivo a 0,3650 circa. Sotto area 0,27 rischio invece di ritorno sui minimi di giugno e luglio in area 0,22/0,2240.
-Target: 0,3650 euro
-Negazione: 0,27 euro
-RSI (14): ipercomprato

Aquafil

Aquafil reagisce con decisione al prolungato ribasso che ha spinto i prezzi su nuovi record negativi a 6,44 euro, a contatto con la base del canale ribassista disegnato dai top di marzo. Il ritorno sopra area 7 permetterebbe di allentare le tensioni ribassiste lasciando spazio a un recupero verso 7,90/8. Sviluppi positivi oltre questo limite. Il trend ribassista riprenderebbe con vigore, invece, sotto 6,44.
-Target: 8 euro
-Negazione: 6,44 euro
-RSI (14): neutrale

Banco BPM

Banco BPM risale la china verso i top di inizio mese a 1,8250. La rottura di questo ostacolo invierebbe uun segnale di forza propedeutico a un attacco ai massimi di inizio luglio a 1,97/1,98. Discese sotto 1,72 metterebbero in discussione tali attese ma solo la violazione di 1,66/1,67 anticiperebbe un nuovo test di area 1,58.
-Target: 1,98 euro
-Negazione: 1,72 euro
-RSI (14): neutrale

Marr

Marr rimbalza da 18,10, minimi da due anni e mezzo, allungandosi verso gli ex supporti a resistenza a 19,07 circa. La rottura di quest'ultimo riferimento, top del 20 agosto coincidente con il minimo dello scorso novembre, con ulteriori conferme oltre 19,40 euro circa, invierebbe segnali di ripresa convincenti e duraturi per target a 20 circa. Al contrario discese sotto 18,10 alimenterebbero le pressioni ribassiste verso area 17.