Seduta volatile a Piazza Affari nel giorno decisivo nella trattativa per il nuovo governo. Il Ftse mib perde lo 0,48%, il Ftse Italia All Share lo 0,52% e il Ftse Italia Star lo 0,87%.

*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 28 agosto:

Gima TT*

Gima TT fatica a dare seguito al rimbalzo avviato a metà agosto da 6,70 circa, facendo temere una evoluzione ribassista verso area 6, base del canale disegnato dai massimi di maggio. Primi segnali di miglioramento giungerebbero oltre 7,34 euro per obiettivi a 7,90, lato alto del canale.
-Target: 7,90 euro
-Negazione: 6,70 euro
-RSI (14): neutrale

Digital Bros

Digital Bros accelera oltre il picco del 20 agosto a 7,58 in direzione di area 8 e dei top estivi a 8,21 circa. Una stabilizzazione oltre quota 8 confermerebbe le intenzioni di crescita del titolo rilanciando l'uptrend verso target a 8,90 euro circa, linea che scende dai top del 2016. Peggioramento invece nel caso di discesa sotto 7 euro. -Target: 8,90 euro
-Negazione: 7 euro
-RSI (14): neutrale

Leonardo

Leonardo accelera verso i massimi da inizio mese, dimezzando il ribasso partito a luglio. Oltre 10,75 il titolo potrebbe mettere a segno l'allungo decisivo verso 11 euro, target successivo a 11,84, picco di luglio. Discese sotto quota 10,50 creerebbero invece le premesse per un nuovo test di area 9,70, con rischio concreto di approfondimenti sul minimo di fine maggio a 9,3650 euro.
-Target: 11 euro
-Negazione: 10,50 euro
-RSI (14): neutrale

Hera

Hera prova a rilanciare l'uptrend dopo una breve pausa a ridosso dei record del 2007 a 3,40 circa. Il titolo ha toccato un nuovo massimo storico a 3,64 circa lasciando intendere la volontà di proseguire la tendenza rialzista verso obiettivi a 3,75 circa, lato superiore del canale che sale dai minimi di marzo. Il ritorno sotto 3,40/3,45 metterebbe in discussione tale ipotesi ma solo la violazione di area 3,30 determinerebbe un pericoloso peggioramento del quadro grafico di breve per target negativi a 3,10/3,12 circa.