Piazza Affari in crescita su ipotesi di un accordo commerciale Usa-Cina. Il Ftse mib guadagna lo 0,69%, il Ftse Italia All Share lo 0,62% e il Ftse Italia Star lo 0,37%.

*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 7 novembre:

Creval*

Creval sale verso i massimi di ottobre a 0,0674 euro e va all'attacco della trend line che scende dai top di aprile attualmente passante da 0,0659 circa. Conferme oltre questi due riferimenti invierebbero segnali duraturi di ripresa per obiettivi sui massimi di inizio anno a 0,076/0,077 circa. Diversamente, sotto 0,0634, rischio di dietro front verso 0,059 e fino ai supporti critici a 0,052 circa.
-Target: 0,076 euro
-Negazione: 0,0634 euro
-RSI (14): neutrale

Autogrill

Autogrill torna a crescere dopo una fase di consolidamento, allungandosi verso 9,38 circa, massimi di settembre e linea che scende dai massimi di giugno 2018. Lo scenario volgerebbe al rialzo oltre questo limite per obiettivi sui top di luglio a 9,80 circa. Indicazioni negative giungerebbero invece sotto i minimi allineati di agosto e ottobre a quota 8,43.
-Target: 9,80 euro
-Negazione: 8,43 euro
-RSI (14): neutrale

Azimut

Azimut Holding si lascia alle spalle la resistenza critica a 19,50 circa, massimi allineati del 2017 e 2018, accelerando in direzione del target a 22,50 circa (top di aprile 2016). Nella direzione opposta, il perentorio ritorno sotto 19,50 negherebbe le prospettive rialziste anticipando un nuovo test della media mobile a 50 sedute, in transito a 17,67 circa.
-Target: 22,50 euro
-Negazione: 19,50 euro
-RSI (14): ipercomprato

*Generali *

Generali spicca il volo e raggiunge a 19,21 euro il top del 2015 accumulando segnali di ipercomprato. Il titolo appare intenzionato a proseguire la corsa oltre quota 20, verso obiettivi a 20,70 circa, lato alto del canale che sale dai minimi del 2016, ma nel breve potrebbe avviare una pausa corroborante verso area 18 prima di tornare a correre. Indicazioni negative sotto 17,30.