Piazza Affari positiva ma sui minimi di giornata. Il Ftse mib sale dello 0,36%, il Ftse Italia All Share dello 0,37% mentre il Ftse Italia Star sale dello 0,21%.

*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 19 novembre:

Inwit*

Inwit balza oltre la trend line che scende dai massimi di ottobre, a 9,05 circa, senza tuttavia inviare segnali convincenti che permettano di archiviare la fase correttiva dell'ultimo mese. Solo conferme oltre la media mobile a 50 sedute, in transito a 9,07, i prezzi potrebbero ambire al ritorno in area 9,80 e più in alto fino a 10,15 circa, per il test del lato superiore del canale che sale dai minimi di fine 2018. Indicazioni negative invece alla violazione dei supporti orizzontali in area 8,65.
-Target: 10,15 euro
-Negazione: 8,65 euro
-RSI (14): neutrale

Azimut

Azimut Holding resta in pressingo contro un ostacolo a 23,10 circa, lato alto di un canale che contiene il rialzo da fine 2018, in attesa di stemperare l'ipercomprato presente da settimane sui principali oscillatori tecnici e di raccogliere nuove forze per traguardare obiettivi a 24,47, top di dicembre 2015 e sui record di maggio 2015 a 29,80. Eventuali prese di profitto risulterebbero fisiologiche fino a 19,50.
-Target: 24,47 euro
-Negazione: 19,50 euro
-RSI (14): ipercomprato

Banca Mediolanum

Banca Mediolanum torna a crescere dopo una breve pausa sopra quota 8,50. La permanenza sopra questo riferimento potrebbe riattivare il rally verso area 10, su livelli che non vengono toccati dal 2002. Sotto 8,50 probabile assistere a prede di beneficio, utili per stemperare il forte ipercomprato ancora presente sui principali oscillatori. Discese fino a 7,65 circa non modificherebbero la struttura rialzista di fondo. Solo la violazione di 7 euro comprometterebbe quanto di buono realizzato nell'ultimo anno, aprendo la via ai venditori per supporti a 6,75 almeno.