Piazza Affari negativa ma in recupero dai minimi di giornata. Il Ftse mib scende dello 0,80%, il Ftse Italia All Share dello 0,77% e il Ftse Italia Star dello 0,36%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 21 gennaio:

Falck Renewables

Falck Renewables prende fiato dopo lo sprint che nelle ultime sedute ha portato i prezzi al di sopra del lato superiore del canale disegnato dai minimi di un anno fa, riferimento a 5,45/5,50. Una stabilizzazione al di sopra di questo riferimento e la rottura dei massimi di inizio ottava a 5,855 euro, pari al 61,8% di retracement del ribasso dai record di maggio 2006, creerebbe le premesse per un'accelerazione al rialzo in direzione dei massimi pluriennali toccati oltre dodici anni fa a 9,17 euro, con target intermedi a 6,80 euro e 7,50 circa. Le ambizioni di crescita verrebbero rinviate solo nel caso di discese sotto 4,50 circa, prologo a cali verso 4,05 circa.

  • Target: 6,80 euro
  • Negazione: 4,50 euro
  • RSI (14): neutrale

Fiera Milano

Fiera Milano preme su un ostacolo decisivo a 5,70 circa, linea che unisce i massimi di agosto 2018 e quelli di aprile di quest'anno. Il titolo dovrà lasciarsi alle spalle questo limite per rilanciare il movimento ascendente partito a dicembre verso i top della scorsa estate a 5,91 euro e verso obiettivi più lontani. Eventuali flessioni fino a 4,90 euro non modificherebbero la struttura rialzista di breve-medio periodo. Sotto questo riferimento rischio affondo in area 4,45/4,50.

  • Target: 5,91 euro
  • Negazione: 4 ,90 euro
  • RSI (14): neutrale

Autogrill

Autogrill in forte calo dopo lo scontro con la resistenza a 9,80/9,90, massimi allineati di luglio e novembre a 9,80 circa e resistenza determinante nel medio termine. Oltre questo ostacolo lo scenario volgerebbe al rialzo per target a 10 e 10,50 circa. Discorso diverso invece nel caso area 9,80 continuasse a frenare le ambizioni di crescita, circostanza che potrebbe alimentare flessioni verso i supporti a 9 euro. Indicazioni negative giungerebbero sotto questo limite preludio al test a 8,50 circa della trend line che sale dai minimi di dicembre 2018.