Piazza Affari positiva ma sotto i massimi di inizio seduta. Bene il comparto bancario. Il Ftse mib sale dello 0,81%, il Ftse Italia All Share dello 0,75% e il Ftse Italia Star sale dello 0,52%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 6 febbraio:

Unicredit

Scatto in avanti per Unicredit, che ha saputo sfruttare il supporto dinamico offerto dalla trend line disegnata da agosto, a 12 circa per riaffacciarsi sui massimi di dicembre a 13,70 circa. Oltre questo ostacolo, pari al 50% di retracement del ribasso partito nel 2018, si aprirebbero spazi di crescita verso 14,136, base del gap lasciato aperto nel settembre 2018, verso 14,35, e fino 14,75 circa. L'incapacità di superare 13,70 farebbe invece temere l'avvio di una nuova fase di debolezza che assumerebbe toni preoccupanti sotto quota 12.

  • Target: 14,136 euro
  • Negazione: 12 euro
  • RSI (14): neutrale

Creval

Creval torna ad attaccare i massimi allineati di novembre e dicembre a 0,073/0,074 circa. La rottura di questo ostacolo porterebbe a un nuovo test dei massimi del 2019 a 0,076/0,077 circa. Discese sotto 0,068 invece metterebbero in discussione i progressi realizzati nelle ultime sedute prospettando cali verso area 0,062. Supporto successivo a 0,061.

  • Target: 0,076 euro
  • Negazione: 0,068 euro
  • RSI (14): neutrale

IGD

Il rimbalzo di IGD ha quasi raggiunto i massimi di novembre a 6,50 circa. Oltre questo limite verrebbe rilanciata la corsa partita ad agosto verso obiettivi a 6,96 euro, top di maggio e di ottobre 2018. Discese sotto 5,89 comporterebbero invece l'avvio di una nuova fase di debolezza spianando la strada a discese verso il minimo del 31 ottobre a 5,72 euro. Target negativo successivo a 5,40.