Piazza Affari in rosso dopo l'esito deludente del Consiglio Europeo. Il Ftse mib scende dello 0,54%, il Ftse Italia All Share dello 0,50% mentre il Ftse Italia Star scende dello 0,57%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 24 aprile:

Fincantieri

Fincantieri balza oltre la duplice resistenza a 0,62 circa, media mobile a 50 giorni e quota pari al 50% di ritracciamento del ribasso dai top di febbraio, segnalando di possedere energie sufficienti per allungarsi verso obiettivi a 0,68, poi fino a 0,79/0,81, base/lato alto del gap del 24 febbraio. Il ritorno perentorio sotto quota 0,62 comprometterebbe tali attese anticipando cali verso 0,51 ed eventualmente anche al di sotto dei minimi recenti, a 0,39 euro, fino ai bottom del 2016 a 0,26 circa.

  • Target: 0,68 euro
  • Negazione: 0,51 euro
  • RSI (14): neutrale

Servizi Italia

Servizi Italia balza in avanti e torna sui livelli di fine febbraio a 2,94/2,95 euro, creando i presupposti per un recupero in direzione di 3,10, trend line che scende dai top del 2019. L'arrivo su questo livello, unito all'ipercomprato presente sui principali oscillatori grafici, rischia tuttavia di frenare le ambizioni di crescita. L'eventuale violazione di 2,40 anticiperebbe un test di 2,20, ultimo appiglio per scongiurare il ritorno sui minimi di marzo a 1,90 circa. Oltre 3,10 invece giungerebbe un significativo miglioramento del quadro grafico di breve/medio periodo, con obiettivo successivo sul massimo di dicembre a 3,47.

  • Target: 3,10 euro
  • Negazione: 2,40 euro
  • RSI (14): ipercomprato

BB Biotech

BB Biotech arretra dopo essersi scontrato con un ostacolo a 60 euro circa, massimi di inizio marzo. Discese sotto la trend line tracciata dai minimi di marzo, a 57,80 circa, farebbero temere riesce a dare seguito all'hammer disegnato venerdì e ricopre il gap lasciato aperto a 58 euro. Segnali convincenti di ripresa giungerebbero però solo oltre area 60. Pericolose invece discese sotto area 56,30, preludio alla violazione dei minimi della scorsa ottava a 54,80 per il test dei minimi di ottobre a 54 euro.

  • Target: 60 euro
  • Negazione: 54,80 euro
  • RSI (14): neutrale

S.S.Lazio

S.S.Lazio estende la reazione fino a 1,36 circa, a contatto con la trend line che sale dai minimi di metà 2017, ora resistenza, e non distante dal 50% di ritracciamento del ribasso dai top di febbraio. Conferme al di sopra di quota 1,47, lato alto del gap del 9 marzo, rappresenterebbero il primo passo per una inversione della tendenza ribassista degli ultimi due mesi, per target a 1,62 circa. Discese sotto 1,10 vanificherebbero invece i recenti sforzi prospettando cali verso quota 1.

  • Target: 1.62 euro
  • Negazione: 1,10 euro
  • RSI (14): neutrale

(CC - www.ftaonline.com)