Piazza Affari in progresso in scia agli industriali, positivi dopo la pubblicazione dei dati IFO superiori alle attese. Il Ftse mib sale dell'1,07%, il Ftse Italia All Share dell'1,18% mentre il Ftse Italia Star sale del 2,47%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 25 maggio:

Digital Bros

Digital Bros accelera ulteriormente in territorio inesplorato, dimostrando le intenzioni di crescita, nonostante i forti segnali di ipercomprato presenti sui principali oscillatori grafici. Con la rottura del top di fine 2016 a 16,79, il titolo ha completato un ampio doppio minimo con base a 3,90 circa, aggiorna i record a 17,74 euro, creando le premesse per un allungo verso almeno 23 euro. Flessioni fino a 15,50 sarebbero compatibili con lo scenario descritto. Debolezza invece sotto questo limite per supporti a 14,10 circa.

  • Target: 23 euro
  • Negazione: 15,50 euro
  • RSI (14): ipercomprato

Creval

Creval cerca di opporsi al movimento discendente in atto da marzo e si riavvicina alla trend line tracciata da quei livelli, attualmente in transito a 0,0445. Oltre questo limite possibile riavvicinamento ad area 0,050/0,054. Sotto 0,040 rischio di affondo sui minimi di marzo a 0,0356 euro.

  • Target: 0,054 euro
  • Negazione: 0,040 euro
  • RSI (14): neutrale

Autogrill

Prova di forza per Autogrill che rompe in avvio di ottava il limite superiore del banner correttivo disegnato dai top di aprile, a 4,44/4,46. Conferme in tal senso favorirebbero un nuovo confronto con la media mobile a 50 giorni, a 4,82 circa, per la prima volta da febbraio. Sviluppi positivi giungerebbero al di sopra di questo limite, per obiettivi 5,90/6 per la chiusura del gap del 9 marzo. Il mancato superamento di area 5 potrebbe invece comportare un nuovo dietro front verso 3,14 euro.

  • Target: 5,90 euro
  • Negazione: 3,80 euro
  • RSI (14): neutrale

Amplifon

Amplifon riesce a dare seguito alla reazione partita a marzo fino a 24,20 circa, dopo aver accumulato nuove energie a ridosso della media mobile a 50 giorni in transito a 21,84 euro. Sviluppi positivi giungerebbero oltre 24,50, quota pari al 61,8% di ritracciamento del ribasso dai top di febbraio per obiettivi compresi tra 25,50 e 26,50 circa. Discese sotto area 21 farebbero invece temere un indebolimento del quadro grafico di breve termine, preludendo a cali verso area 18.

  • Target: 25,50 euro
  • Negazione: 21 euro
  • RSI (14): neutrale

(CC - www.ftaonline.com)