Piazza Affari prosegue la corsa avviata la scorsa ottava. Il Ftse mib sale dello 0,71%, il Ftse Italia All Share dello 0,71% mentre il Ftse Italia Star scende dello 0,44%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta dell'8 giugno:

Elica

Elica si spinge in avvio di ottava al di sopra dei massimi allineati di aprile e maggio a 3,10 circa, corrispondenti al 61,8% di ritracciamento del ribasso partito a febbraio. Conferme in tal senso favorirebbero la ricopertura del gap ribassista del 24 febbraio a 3,33, creando poi ulteriori spazi di crescita verso 3,60 circa. Discese sotto 2,80 favorirebbero invece correzioni con primo obiettivo a 2,62 euro poi a 2,50 euro.

  • Target: 3,33 euro
  • Negazione: 2,80 euro
  • RSI (14): neutrale

Cattolica Assicurazioni

Cattolica Assicurazioni riesce a dare continuità alla reazione avviata a fine maggio da area 3,30, riuscendo così a ricoprire il gap ribassista del 1 giugno a 4,072. Oltre 4,57/4,60 euro il titolo potrebbe poi riavvicinarsi a quota 4,78, resistenza orizzontale da scardinare per rivedere area 5. Le prospettive di fondo resteranno tuttavia orientate al ribasso fino a quando area 5,65 non sarà alle spalle. L'eventuale ritorno sotto 3,70 preluderebbe poi a una rivisitazione di quota 3,30.

  • Target: 4,78 euro
  • Negazione: 3,70 euro
  • RSI (14): neutrale

Banca Ifis

Banca Ifis accelera oltre un ostacolo a 9,55 circa, raggiungendo a 10,47 euro il livello più alto da metà marzo. Il movimento potrebbe estendersi fino a 11/11,11, base del gap del 9 marzo, nonostante i segnali di ipercomprato presenti sui principali oscillatori grafici suggeriscano prudenza. Discese sotto area 9 rischiano invece di indebolire la struttura di brevissimo termine, prospettando il test di area 8,20/8,30.

  • Target: 11,11 euro
  • Negazione: 9 euro
  • RSI (14): ipercomprato

Saipem

Saipem (+5,16%) balza oltre i massimi di venerdì, allineati a 2,58 a quelli di aprile, inviando un importante segnale che potrebbe portare alla ricopertura del gap del 9 marzo a 2,823 e più in alto fino a 3 euro. Prezzi che dovessero scivolare nuovamente sotto la resistenza appena superata a 2,58 anticiperebbero invece una nuova debolezza favorendo cali verso 2,35 e più sotto fino ai minimi di maggio a 2,08.

  • Target: 3 euro
  • Negazione: 2,35 euro
  • RSI (14): neutrale

(CC - www.ftaonline.com)