Piazza Affari debole sui timori di una nuova ondata di contagi da Covid-19. Il Ftse mib cede lo 0,61%, il Ftse Italia All Share lo 0,54% e il Ftse Italia Star dello 0,52%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 18 giugno:

Saipem

Saipem si muove lateralmente sopra la base del canale tracciato dai minimi di marzo, a 2,18 circa, senza però riuscire a lasciarsi alle spalle i primi ostacoli a 2,50/2,55. L'incapacità di superare questa soglia rischia di riattivare il downtrend di fondo: conferme in tal senso sotto 2,18 per supporti a 1,77. Oltre 2,55 atteso il test di 2,75/80, resistenza successiva a 2,82 euro, lato alto del gap del 9 marzo.

  • Target: 2,80 euro
  • Negazione: 2,18 euro
  • RSI (14): neutrale

Exprivia

Exprivia balza oltre un riferimento di lunga periodo a 0,74/0,75, la trend line che scende dai top del 2017. Una chiusura di ottava oltre questo limite getterebbe le basi per un tentativo di invertire il trend ribassista di fondo, sebbene segnali in questo senso giungerebbero oltre 0,80, per target a 0,96 euro circa. Al contrario, il ritorno sotto 0,62 euro cancellerebbero il tentativo di rimbalzo facendo temere una rivisitazione dei minimi di marzo in area 0,50.

  • Target: 0,96 euro
  • Negazione: 0,65 euro
  • RSI (14): neutrale

Dovalue

Balzo avanti per Dovalue che si riaffaccia sui massimi di inizio mese a 8,10 circa, a contatto con il limite superiore del canale che sale da marzo. La rottura decisa di questo limite confermerebbe la volontà di prolungare la reazione avviata a marzo per obiettivi a 9,70 circa, minimi allineati di ottobre e novembre. Sotto 6,30 rischio invece di riattivazione del ribasso in atto da febbraio per supporti a 5,70 e 4,85 euro.

  • Target: 9,70 euro
  • Negazione: 6,30 euro
  • RSI (14): neutrale

WIIT

WIIT conferma la sua impostazione rialzista toccando a 116,50 euro nuovi record assoluti. Un eventuale superamento di quota 120 permetterebbe al titolo di mettere il turbo e di accelerare verso obiettivi ipotizzabili a 170 euro, target del testa e spalle rialzista di continuazione disegnato a partire dai minimi di gennaio. Sotto 97,80 euro la figura verrebbe invece negata.

  • Target: 170 euro
  • Negazione: 97,80 euro
  • RSI (14): neutrale

(CC - www.ftaonline.com)