Piazza Affari leggermente positiva ma con volumi sottili in un clima pre festivo. Il Ftse mib guadagna lo 0,26%, il Ftse Italia All Share sale dello 0,24% e il Ftse Italia Star sale dello 0,27%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 30 dicembre:

Eni

Fase incerta per Eni che ha interrotto poco sotto quota 8,70 il rimbalzo partito da 8,06 circa, dopo il test della media mobile esponenziale a 50 sedute. Le quotazioni dovranno spingersi oltre 8,70 e superare il picco di dicembre a 9,00 euro per scongiurare l'avvio di una correzione di tutto il rialzo in atto da fine ottobre. Discese sotto 8,05/8,10 completerebbero infatti un testa e spalle ribassista in formazione dal top di fine novembre prospettando cali verso almeno area 7,00. Oltre 9,00 euro atteso invece un allungo verso area 9,80.

  • Target: 9,00 euro
  • Negazione: 8,05 euro
  • RSI (14): neutrale

Beghelli

Beghelli risale la china in direzione del massimo della candela di tipo "shooting star" disegnata martedì, a 0,317. Oltre questo livello via libera verso il target a 0,33, ostacolo critico nel medio termine. Sebbene il quadro grafico di breve termine appaia saldamente orientato al rialzo, nel brevissimo termine sono possibili delle flessioni per consolidare il progresso di oltre 30% realizzato in una settimana. Solo discese sotto area 0,25 potrebbero però mettere in discussione le attese di rialzo.

  • Target: 0,33 euro
  • Negazione: 0,25 euro
  • RSI (14): ipercomprato

Juventus

Movimenti laterali per Juventus, che da oltre un mese oscilla poco sopra la media mobile esponenziale a 50 giorni in transito a 0,82 circa. Servirà la rottura di area 0,85 per riattivare il rimbalzo partito a ottobre verso quota 1,00, massimi di giugno. Sotto 0,82 supporti a quota 0,770.

  • Target: 1,00 euro
  • Negazione: 0,82 euro
  • RSI (14): neutrale

Fincantieri

Fincantieri recupera terreno e si rimette in pista per risalire la china verso area 0,61. Oltre questo limite via libera verso 0,6340, trend line che scende dai top di maggio. Solo la rottura di questo elemento creerebbe le premesse per una inversione di tendenza aprendo spazi di crescita verso 0,80 e successivamente fino a 0,90, top di maggio. Sotto 0,52 rischio di rivisitazione del minimo di fine ottobre a 0,4626.

  • Target: 0,6340 euro
  • Negazione: 0,52 euro
  • RSI (14): neutrale

(CC - www.ftaonline.com)