Prevale la prudenza a Piazza Affari, che riduce il vantaggio di inizio seduta. Il Ftse mib sale dello 0,46%, il Ftse Italia All Share dello 0,51% e il Ftse Italia Star dello 0,38%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta dell'8 gennaio:

OVS

OVS prova ad avere la meglio sui massimi di dicembre a 1,144 euro. Nel caso di vittoria su questo limite si aprirebbero spazi di crescita verso i massimi di giugno a 1,29 euro. Target successivo a 1,42 circa, lato alto del canale che sale dai minimi di marzo. Se area 1,15 dovesse frenare le aspettative di rialzo, invece, rischio di assistere a ripiegamenti verso quota 1,00. Sotto 0,97 via libera verso 0,872 e 0,79.

  • Target: 1,29 euro
  • Negazione: 0,97 euro
  • RSI (14): neutrale

Exprivia

Balzo avanti per Exprivia che prova a invertire la rotta dopo la pausa avviata a dicembre da 0,87 euro. Oltre questo limite possibile proseguimento dello slancio fino ai massimi allineati di dicembre 2019 e giugno 2020 a 0,94/0,95. Indicazioni negative invece nel caso di ritorno sotto 0,73 prologo alla rivisitazione dei recenti minimi a 0,58 circa.

  • Target: 0,87 euro
  • Negazione: 0,73 euro
  • RSI (14): neutrale

Eles

Eles fatica a dare seguito allo strappo rialzista visto giovedì e disegna una "shooting star" da area 3,85. La permanenza sopra 3,50 lascia comunque intatte le prospettive di crescita verso quota 4,18, lato alto del canale che accompagna il rialzo da marzo e base del gap del 24 febbraio. In caso di successo su questi riferimenti possibile allungo fino a 4,50. Nella direzione opposta, discese sotto quota 3,20 circa riporterebbero i prezzi a quota 3,00.

  • Target: 4,50 euro
  • Negazione: 3,50 euro
  • RSI (14): neutrale

Landi Renzo

Landi Renzo strappa al rialzo raggiungendo a 1,01 il livello più alto da dicembre 2019. Grazie al superamento dei massimi di inizio 2020 a 0,945 euro circa il titolo guadagna un supporto importante e crea le premesse per salire fino a 1,155 euro, quota pari al 50% di ritracciamento del ribasso in atto dal 2017. Nella direzione opposta, solo discese sotto 0,75 costringerebbero a rinviare le attese di crescita anticipando cali verso i supporti a 0,70 e 0,62 circa.

  • Target: 1,155 euro
  • Negazione: 0,75 euro
  • RSI (14): ipercomprato

(CC - www.ftaonline.com)