Il quadro grafico di Banca Mediolanum resta dominato dall'incertezza. In caso di rottura dei recenti minimi allineati posti poco sopra i 5,65 euro verrebbe riattivata la tendenza ribassista originata dal massimo di inizio anno in direzione dei 5,13 toccati a febbraio 2016. Primi segnali di forza al superamento di quota 6 con completamento di un potenziale doppio minimo e obiettivi a 6,20/6,30.

(SF - www.ftaonline.com)