IMMSI (+2,40%) interrompe la pausa correttiva avviata a inizio mese da 0,695. La media mobile a 20 sedute in transito a 0,61 circa sembra riuscire ad arginare le pressioni dei venditori avvalorando l'ipotesi di transitorietà del ribasso. Per rilanciare le aspettative di crescita sarà però necessaria la rottura di 0,695 per target a 0,74, top del 2015. Nella direzione opposta segnali di debolezza giungerebbero sotto 0,61 sebbene vere e proprie indicazioni negative troverebbero conferma solamente nel caso di flessioni sotto 0,51.

(CC - www.ftaonline.com)