Il rialzo che IMMSI (+7,12%) ha disegnato da marzo è ben inserito in un canale crescente i cui limiti si collocano a 0,35 e 0,45 euro. Oltre quest'ultimo ostacolo, coincidente con il 50% di ritracciamento della discesa dai top di inizio anno, atteso un allungo verso 0,489 circa. Sotto 0,37 euro e alla violazione della base del canale attesi ripiegamenti verso 0,33 e 0,27 euro, minimi di marzo.

(CC - www.ftaonline.com)