IMMSI (+3,38%) torna ad attaccare i primi ostacoli a 0,58/0,59 euro. Conferme oltre questo limite, punto di passaggio della media mobile a 50 sedute, favorirebbero un test di 0,61 e 0,633, linea che scende dai massimi di maggio 2018. Una vittoria su quest'area dovrà essere confermata dal superamento dei massimi estivi a 0,678 per dare slancio alla reazione e per riattivare l'uptrend in forza dai minimi di fine 2018 verso target in area 0,70/0,74. Indicazioni di debolezza sotto 0,535 circa.

(CC - www.ftaonline.com)