Il Consiglio di Amministrazione dell'istituto presieduto da Ariberto

Fassati e guidato dal CEO Giampiero Maioli ha provveduto a formalizzare alcune nomine,

che valorizzano in maniera importante le risorse interne e rappresentano un'evoluzione

della governance del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia.

Roberto Ghisellini viene nominato Vice Direttore Generale Retail con responsabilità, oltre

che della rete commerciale, anche del Marketing e Digital e del canale Private Banking.

Ghisellini mantiene il ruolo di Direttore Generale di Crédit Agricole FriulAdria.

Olivier Guilhamon assume invece la carica di Vice Direttore Generale Corporate, con

responsabilità della Direzione Credito e della Banca d'Impresa. Supervisiona, inoltre, la

controllata CALIT (Crédit Agricole Leasing Italia). In precedenza Guilhamon ricopriva,

sempre all'interno del Gruppo Crédit Agricole, il ruolo di Responsabile Internal Audit di LCL.

Le nuove nomine renderanno ancora più efficace la realizzazione del Piano a Medio

Termine in cui è impegnato il Gruppo, che prevede più di 600 milioni di investimenti fino al

2019, con un focus sulla digitalizzazione e la fornitura di servizi sempre più evoluti, anche

attraverso le sinergie con tutte le società del Crédit Agricole in Italia, con l'obiettivo di

accrescere sempre di più la soddisfazione dei clienti e di tutti gli stakeholder.

Un modello, quello della Banca Universale di Prossimità, che rappresenta in maniera

eccellente la volontà di mettere al centro del proprio operato le necessità dei clienti.

(GD - www.ftaonline.com)