Andamento ancora contrastato per l'oro nei mercati internazionali dopo i balzi degli ultimi mesi. Il metallo giallo si riporta a 1501 dollari l'oncia dopo aver sfiorato oggi i 1.493 dollari. E' la seconda seduta di ripiegamento per l'oro, ma va ricordato le quotazioni di questo bene rifugio si aggiravano sui 1.300 dollari l'oncia appena lo scorso giugno.
Con la crescita delle incertezze sull'economia globale e sulla guerra dei dazi il metallo aveva guadagnato terreno, ma gli ultimi segnali di reazione in Cina, Germania e Stati Uniti oggi hanno incoraggiato i mercati, favorendo delle prese di beneficio tra gli investitori in oro.

(GD - www.ftaonline.com)