Il Consiglio di Amministrazione di Industria e Innovazione S.p.A. (di seguito "Industria e Innovazione" o "Capogruppo" o "Società" o "INDI"), riunitosi in data 24 aprile 2018, dopo aver analizzato e approvato* la procedura di "impairment test" in relazione alla stima del valore recuperabile delle attività*, ha approvato il Progetto di Bilancio di Esercizio e il Bilancio Consolidato del Gruppo Industria e Innovazione (di seguito anche "Gruppo") al 31 dicembre 2017.

Si riportano di seguito i principali dati economici consolidati:

  • Ricavi totali: Euro 32.620 migliaia;

  • Margine Operativo Lordo (EBITDA): Euro 9.319 migliaia;

  • Risultato complessivo: Euro 7.122 migliaia.

Il Consiglio di Amministrazione ha altresì deliberato di fissare al 27 giugno 2018, in unica convocazione, la data dell'assemblea ordinaria e straordinaria di Industria e Innovazione che sarà chiamata ad assumere le deliberazioni relative tra l'altro a: (i) approvazione del bilancio al 31 dicembre 2017; (ii) rinnovo del Collegio Sindacale; (iii) cambio di denominazione sociale; (iv) raggruppamento azionario nel rapporto di 1 nuova azione ogni 25 azioni detenute. L'ordine del giorno puntuale dell'Assemblea e le relative proposte deliberative saranno definiti nel corso di una prossima riunione del Consiglio di Amministrazione cui farà seguito, nei termini e modi di legge, la pubblicazione dell'avviso di convocazione.


*PREMESSA
*Come già ampiamente illustrato nei precedenti documenti finanziari, nel corso degli esercizi precedenti Industria e Innovazione ha intrapreso un percorso di ristrutturazione che alla data del 24 aprile 2018 si è sostanzialmente concluso con esito positivo. In particolare Industria e Innovazione in data 5 aprile 2017 ha approvato e sottoscritto un accordo di ristrutturazione dei debiti ex art. 182-bis L.F. ("Accordo di Ristrutturazione"), omologato dal Tribunale di Milano in data 8 giugno 2017, che, attraverso le operazioni sul capitale deliberate dall'Assemblea dei Soci del 29 giugno 2017 e un'adeguata manovra finanziaria, ha permesso la ricapitalizzazione della Società e del Gruppo nonché il riequilibrio della situazione finanziaria.