Il Consiglio di Amministrazione di Intermarine S.p.A. (controllata del Gruppo industriale Immsi S.p.A. - IMS.MI), ha esaminato e approvato il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2017.

Andamento economico-finanziario di Intermarine S.p.A. al 30 settembre 2017:
Rispetto al corrispondente periodo del 2016, al 30 settembre 2017 Intermarine ha registrato performance positive e in netto miglioramento, con l'incremento di tutti i principali indicatori per effetto degli avanzamenti produttivi dei contratti in essere.
Il Valore di Produzione consuntivato da Intermarine al 30 settembre 2017 è pari a 80,5 milioni di euro, in consistente crescita (+36,3 milioni di euro) rispetto ai 44,2 milioni di euro registrati al 30 settembre 2016. Il Valore di Produzione in dettaglio risulta composto da:
• Settore Militare, pari a 73,3 milioni di euro (41,7 milioni al 30 settembre 2016);
• altri settori pari a 7,2 milioni di euro (2,5 milioni di euro al 30 settembre 2016) per attività svolte dal cantiere di Messina e ricavi della divisione Marine Systems.
L'Ebitda è positivo per 16,5 milioni di euro, in forte miglioramento rispetto a 1,3 milioni di euro registrati nel corrispondente periodo del 2016. L'Ebitda margin è pari al 20,5%.
L'Ebit registra un saldo positivo per 14,8 milioni di euro (0,6 milioni euro al 30 settembre 2016). L'Ebit margin è positivo per 18,3%.
L'utile netto della Società al 30 settembre 2017 è positivo per 7,7 milioni di euro, in deciso incremento rispetto al risultato negativo per 1,6 milioni di euro al 30 settembre 2016. L'incidenza dell'utile netto sul valore di produzione è pari al 9,5%. L'incremento dell'utile consolida il trend positivo del primo semestre conseguente al completamento del turnaround di Intermarine ed è il risultato della bontà delle azioni di gestione messe in atto in questi anni dal management e del crescente apprezzamento internazionale soprattutto per la divisione militare, esempio di ingegneria all'avanguardia con elevato contenuto tecnologico.