Interpump +6,4% a 25,28 euro prosegue nel rimbalzo dal minimo da marzo 2017 toccato il 23/3 a 19,38 euro e prova a lasciarsi alle spalle l'ostacolo a 24,50, operazione che se confermata in chiusura di seduta decreterebbe il completamento del potenziale doppio minimo in formazione dal 16/3, pattern rialzista capace di proiettare i prezzi verso 28,50 almeno e quindi sui 32,16 del 19-20 febbraio (origine dell'affondo). Discese sotto 21,40/21,50 preannuncerebbero invece un nuovo approfondimento verso 19,38 con rischio di riattivazione del movimento ribassista in direzione delle vecchie resistenze di area 16.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)