Le vendite che si stanno abbattendo quest'oggi su Piazza Affari colpiscono tra gli altri anche Intesa Sanpaolo che si sintonizza con la negativa intonazione del settore bancario.

Il titolo, reduce da due sedute consecutive in salita, dopo aver chiuso quella di ieri con un progresso di quasi un punto percentuale, oggi arretra dell'1,62% a 2,3395 euro, con oltre 81 milioni di azioni scambiate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 117 milioni di pezzi.

Intesa Sanpaolo oggi è finito sotto la lente di Equita SIM dopo che ieri il gruppo ha collocato un nuovo senior preferred con scadenza 7 anni per un importo di 1,25 miliardi di euro.

Il titolo paga una cedola fissa dell’1%, equivalente a uno spread di 110 punti base sopra al mid swap di pari scadenza e ridotto di 20 basis points rispetto alla guidance.

Piazza Affari: ecco i 5 titoli vincenti sui quali scommettere ancora.Iscriviti al webinar gratuito del 13 novembre 2019 alle ore 18

Il bond paga quindi circa 15 punti base in meno rispetto all’emissione senior unsecured dello scorso 26 giugno, con cedola all'1%, equivalente ad uno spread di 155 punti base rispetto al tasso swap a 5 anni.

Gli analisti di Equita SIM evidenziano che con l’emissione di ieri, Intesa Sanpaolo ha emesso circa 5,75 miliardi di eur di nuova carta da inizio anno, di cui 4,75 miliardi senior preferred, ricordando che il gruppo non emetterà senior non preferred nel corso di quest'anno.

Confermata la view cauta sul titolo che per la SIM milanese merita una raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 2,6 euro.